COSA FACCIAMO

 

L’idea di costituirci come Distretto Agricolo Adda Martesana (D.A.M.A) nasce nel 2016, quando, supportati dall’Amministrazione del Comune di Liscate e da alcuni ricercatori della facoltà di Agraria di Milano, iniziammo a confrontare idee ed esperienze creando tra di noi una solida collaborazione. Nello stesso periodo aiutati dal Comune di Liscate (Ente capofila temporaneo), avviammo il procedimento per il riconoscimento del Distretto da parte di Regione Lombardia ai sensi del dLgs. 228/2001, che ottenemmo poi con Dgr 4.5.2017 n.6552.

Come Distretto operiamo con caratteristiche di mutualità. Perseguire l’interesse pubblico generale, senza fini di lucro, nell’ottica del mantenimento di un’agricoltura professionale profondamente integrata e legata al territorio è uno dei nostri principali obiettivi.
In questi pochi anni di attività abbiamo raccolto, rimanendo comunque sempre aperti a nuove adesioni, aziende che vogliono dar vita ad una nuova stagione dell’agricoltura attraverso una visione nuova dell’azienda, più vicina all’ambiente ed al consumatore. Ad oggi ben 20 aziende agricole aderiscono al D.A.M.A.. Queste coprono un territorio complessivo di circa ha 10.085. Ogni aderente ha proprie prerogative, c’è chi si dedica alle attività di trasformazione, chi all’allevamento, altre aziende coltivano cereali, altre orticole. Nelle nostre aziende agrituristiche siamo in grado di ospitare chiunque voglia passare qualche giornata in un’atmosfera famigliare, gustando cibi genuini di elevata qualità.

I NOSTRI OBIETTIVI

 

Unirci in “Distretto Agricolo” ci ha permesso di creare una nuova realtà culturale ed imprenditoriale profondamente legata al territorio dell’Adda Martesana, territorio dove ancora oggi le aziende agricole costituiscono uno degli elementi cardine del paesaggio.

Come Distretto abbiamo molti sogni, molte aspettative, così come obiettivi ben definiti.
Tra i principali ne possiamo elencare alcuni come ad esempio la tutela delle aree agricole rimaste, delle risorse naturali (suolo e acque), della cultura storica locale (paesaggio, cascine e centri storici), la produzione di reddito, di lavoro e di cibo di elevata qualità.

DISTRETTO E AMMINISTRAZIONI

 

Lo strumento del “Distretto” ci rende in grado di interloquire più facilmente e con maggior peso con le Amministrazioni Comunali del territorio Adda Martesana, con Città Metropolitana e con Regione Lombardia, anche attraverso strumenti istituzionali mirati, come la nostra partecipazione ai tavoli di “Milano Metropoli Rurale” e “Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale –AQST”.

IN SINTESI

 

Come Distretto Adda Martesana (DAMA) siamo inseriti in un territorio che, pur essendo connotato da una forte urbanizzazione che caratterizza la “cintura” metropolitana milanese, ancora oggi è ricco di natura e di agricoltura caratterizzata da produzioni di elevata qualità. In questo contesto uno degli obiettivi più importanti che abbiamo è, e sarà per i prossimi decenni, quello di preservare al meglio paesaggio, cultura e produttività, caratteristiche che rendono unico il nostro territorio.
Tutto questo ci porta a rivolgerci fin da ora ai cittadini del territorio dell’Adda Martesana e della Città di Milano invitandoli a visitare le aziende aderenti per acquistare, in un’atmosfera di rilassatezza e di cordialità, prodotti a chilometro zero buoni e genuini. Le aziende del Distretto collaborano anche con alcune Amministrazioni Comunali del territorio nella manutenzione e gestione degli spazi verdi, e agiscono come custodi del bene comune e come presidio degli spazi agricoli aperti frenando la cementificazione e la speculazione edilizia.
Il Distretto Adda Martesana ha un obiettivo difficile… dimostrare che fare agricoltura oggi e domani è, e sarà ancora, economicamente possibile, senza dimenticare le ricadute sulla qualità dell’ambiente e del paesaggio.
Le aziende del Distretto sono pertanto a disposizione di tutti quei soggetti che, come le persone che hanno aderito all’iniziativa, credono nella valorizzazione del territorio Adda Martesana consci del fatto che solo insieme si potranno realizzare obiettivi ambiziosi di salvaguardia e di sviluppo sostenibile del territorio e del capitale culturale e sociale.